Per un Natale più solidale: la rete dei Csv sostiene Altromercato

Aggiornato a:
22 Dicembre 2020

CSVnet aderisce all’appello delle botteghe del commercio equo e solidale della rete Altromercato per un Natale all’insegna di scelte consapevoli e piccoli gesti quotidiani che promuovano la sostenibilità e il rispetto delle persone e dell’ambiente.


Con l’avvicinarsi delle feste in un anno così particolare e segnato dall’incertezza, è importante ribadire il valore di un’economia che non abbia al centro il profitto ma che tuteli i produttori e favorisca scelte di consumo sane, che facciano bene non solo a chi acquista ma anche a chi produce.

Proprio per questo motivo CSVnet – l’associazione che riunisce i 55 centri di servizio attivi in Italia – e Altromercato vogliono rilanciare l’accordo siglato lo scorso giugno che ha messo insieme due reti consolidate e presenti su tutto il territorio nazionale.


Con le sue 225 botteghe condotte da 94 associazioni socie, e con i suoi prodotti presenti in 1.500 punti vendita della grande distribuzione e in 2 mila negozi bio, Altromercato è una fra le più importanti realtà di commercio equo in Italia e nel mondo, capace di gestire rapporti con 190 organizzazioni di produttori in oltre 40 paesi.

L’obiettivo della rete delle botteghe, insieme a quella dei CSV, che conta più di 400 fra sedi e sportelli, è di sensibilizzare i cittadini a compiere azioni solidali, attraverso interventi concreti e attività concordate di comunicazione.


Per acquisti “in presenza”, l’elenco delle 225 botteghe sparse in Italia è disponibile al link negozi.altromercato.it. Molte effettuano anche consegne a domicilio in città.
Diversi soci di Altromercato, comunque, già dalla scorsa primavera hanno adottato modalità di vendita online, con nuove pagine di e-commerce: a questo link c’è l’elenco completo degli shop online delle botteghe.

×