LUC – lectio sul mito di Alcesti

Aggiornato a:
14 Dicembre 2020

Per non vedere più che quel sorriso’

Lunedì 14 dicembre alle 16.30, on line, il filosofo Umberto Curi parlerà del mito di Alcesti per il ciclo MITI SENZA TEMPO promosso dalla Libera Università Crostolo.

Con questa lectio si concluderà la prima parte del seguitissimo ciclo sui grandi miti classici che ritornerà in primavera con I Miti d’Amore.

Anche il mito di Alcesti parla di amore, di amore e di morte, come recita il titolo che Curi ha dato alla sua lectio “ ‘Per non vedere più che quel sorriso’: amore e morte nel mito di Alcesti “– la citazione è tratta dalla lirica che Rilke ha dedicato ad Alcesti, una delle più dolci protagoniste del teatro greco, raffigurata da Euripide in una delle sue prime opere: Alcesti sceglie di morire al posto dello sposo Admeto. Admeto è prossimo alla morte, ma, per intercessione di Apollo, potrebbe sfuggirle se qualcuno volesse sostituirlo. Si rifiutano gli amici, si rifiutano anche il vecchio padre e la vecchia madre, ma non lei, Alcesti.

Sarà poi Eracle, quando saprà del sacrificio di Alcesti, ad affrontare la Morte e a strapparle Alcesti riportandola sulla terra, con il volto velato come una dama di van Eyck.

Questo mito ha suscitato nel corso dei secoli molte riflessioni – sull’amore coniugale, sul rapporto tra genitori e figli, sul valore del sacrificio e, in termini più lati, sulla vita e la morte.


Per Curi l’amore per i classici ha segnato tutte le fasi della sua ricerca. La grande drammaturgia classica (Eschilo, Sofocle, Euripide), ma anche il repertorio della mitologia greco-latina e moderna (Don Giovanni), fino ad alcune opere cinematografiche prodotte negli ultimi vent’anni sono stati oggetto della sua riflessione teoretica, con risultati affascinanti e importanti, così come la meditazione su alcuni temi fondanti dell’interrogazione filosofica come il dolore, l’amore, il destino, la guerra, la morte, cui ha dedicato molta della sua produzione più recente.


Per informazioni LUC tel. 0522 452182 o info@liberauniversitacrostolo.it

×