La mascherina “sospesa” per le persone senza dimora

Aggiornato a:
21 Gennaio 2021

L’associazione “Avvocato di strada” lancia l’idea delle mascherine e dei gel disinfettanti “sospesi”, per fornire presidi protettivi e materiali igienizzanti alle persone in difficoltà.
Un’iniziativa per fare qualcosa di semplice e concreto per le persone senza dimora, che nell’epoca del Covid hanno subito terribili conseguenze.
Fino al 31 gennaio nelle attività che aderiranno all’iniziativa (farmacie, tabaccherie e non solo) i cittadini potranno acquistare mascherine e gel disinfettanti e lasciarli “sospesi”. I volontari dell’associazione di varie città provvederanno a raccoglierli per distribuirli alle persone senza dimora che non hanno una casa dove ripararsi.


“Durante i mesi del lockdown e in questa seconda ondata – spiega il presidente di “Avvocato di strada” Mumolo – la vita per chi è senza dimora si è complicata molto. La chiusura di tantissimi servizi, delle mense e dei dormitori, ha significato la perdita di fondamentali punti di riferimento e di sostegno. Noi stessi, in quasi tutte le oltre 50 città italiane dove siamo presenti, abbiamo dovuto ridurre o sospendere del tutto i ricevimenti. Tutto questo mentre centinaia di persone senza dimora venivano denunciate e multate perché erano in strada e non potevano restare in una casa che non hanno”.


Le attività che vogliono aderire all’iniziativa dando la propria disponibilità alla raccolta possono scrivere a emergenza@avvocatodistrada.it

Se vuoi fare una donazione ma nella tua zona non ci sono attività che hanno aderito, puoi fare una donazione online che verrà utilizzata per l’acquisto di mascherine e gel disinfettanti che saranno destinati alle persone senza dimora.

Per consultare la mappa delle attività o effettuare una donazione: www.avvocatodistrada.it

×