17 Maggio: Giornata mondiale contro l’omobitransfobia

Aggiornato a:
15 Maggio 2020

La Giornata internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia è una ricorrenza promossa dal Comitato Internazionale per la Giornata contro l’Omofobia e la Transfobia e riconosciuta dall’Unione europea e dalle Nazioni Unite che si celebra dal 2004 il 17 maggio di ogni anno.

L’obiettivo della giornata è quello di promuovere e coordinare eventi internazionali di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno dell’omofobia, della bifobia e della transfobia.

L’omosessualità è stata considerata per secoli un reato o una malattia mentale (in alcuni Paesi è tuttora così). Nel 1952, l’American Psychiatric Association la considerava un “disturbo sociopatico della personalità”, mentre nel 1968 si arrivò ad accostarla ufficialmente alla pedofilia e alle devianze sessuali, considerati “disturbi mentali non psicotici”. Nel 1974, l’opinione della comunità scientifica iniziò a cambiare ma si diffuse l’espressione “omosessualità egodonistica”: i medici che la utilizzavano erano convinti che le persone omosessuali fossero a disagio e soffrissero perché non riuscivano ad accettare il proprio orientamento.

In Italia, chi si dichiarava omosessuale o veniva considerato tale perché si travestiva o aveva atteggiamenti femminili, talvolta veniva rinchiuso in un manicomio, e poiché l’attrazione verso persone dello stesso sesso era considerata un problema prettamente morale, molto spesso il ricovero dipendeva dalla volontà delle famiglie e del paziente stesso. In generale, le persone che venivano internate, non assumevano farmaci ma venivano sottoposte a ripetute violenze psicologiche.

La svolta è arrivata solo nel 1990, dopo anni di battaglie da parte della comunità Lgbtq+, quando l’assemblea dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) cancellò l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali: così facendo intendeva mettere fine a più secoli di pregiudizi, discriminazioni e violenza.

Per tutti gli omosessuali questo giorno rappresenta una data storica ed un simbolo forte, per questo, in oltre trenta Paesi del mondo si è deciso di intitolare questo giorno come “Giornata Mondiale contro l’omofobia”.

×