Corso di formazione “Citizenship Reloaded: digital citizenship (and tools) for a new European citizenship”

Aggiornato a:
17 Novembre 2020

Sono aperte le iscrizioni al corso di formazione “Citizenship Reloaded: digital citizenship (and tools) for a new European citizenship” che si svolgerà dal 14 al 19 dicembre 2020. Il corso di formazione, organizzato dalla Agenzia Nazionale per i Giovani, è  rivolto a 40 partecipanti provenienti dai Paesi aderenti al programma Erasmus+ e dai Paesi partner confinanti.

I partecipanti avranno la possibilità di acquisire conoscenze e abilità relative agli ambienti digitali; di maturare consapevolezza in merito all’impatto delle culture tossiche online (come ad esempio l’incitamento all’odio) sulle dinamiche sociali e politiche, sulle pratiche e sugli strumenti per costruire efficaci narrative alternative; di approfondire esempi concreti e strumenti/ambienti che svolgono un ruolo importante nella socializzazione dei giovani, come i videogiochi, le piattaforme di streaming e i social media e di indagarne i potenziali benefici nel contesto educativo e di animazione socioeducativa con i giovani.


L’attività sarà realizzata online attraverso la piattaforma ZOOM e si svolgerà in lingua inglese.
La scadenza per le candidature è fissata al 18 novembre 2020.


Il corso si inserisce nell’attuale contesto storico di pandemia, in cui è notevolmente aumentato il tempo trascorso in rete dalle persone e dai giovani in particolare, attratti dalle possibili interazioni offerte dai media digitali, pur non conoscendo la complessità del loro utilizzo.
L’attività ha l’obiettivo di:

• aumentare la consapevolezza su come ideologie violente ed estremismi potrebbero trovare un buon terreno di diffusione online;

• esplorare fenomeni come la radicalizzazione violenta, l’estremismo e la polarizzazione e riflettere sul significato che questi termini stanno assumendo nell’ambito degli scenari contemporanei;

• proporre sessioni di lavoro sperimentali per conoscere e imparare ad utilizzare, in modo critico e consapevole, gli strumenti disponibili online con un approccio pedagogico, grazie al “digital youth work”.

In quest’ottica, il corso si rivolge in particolare alle seguenti categorie:

  • animatori socioeducativi
  • membri di associazioni o organizzazioni di genitori
  • decisori politici locali coinvolti su temi riguardanti i giovani o i servizi educativi
  • educatori ed insegnanti
  • rappresentanti delle forze dell’ordine attivamente coinvolti negli argomenti del corso, come la Polizia
  • psicologi, psichiatri e fornitori di servizi di salute mentale.

Per ulteriori informazioni e per candidarsi:

Argomenti