Long Dong – Cina
un anno a Reggio con Intercultura nel 2005 2006
.

Dong, come la chiamavamo noi, è stata una brillante studentessa al Liceo Classico Ariosto-Spallanzani poi è tornata a casa per finire la scuola e prendere il diploma cinese.

Alla fine  delle superiori, nell’estremo sud della Cina, è stata accettata all’Università di Dalian nel nord est del Paese dove si è laureata in Diritto Nautico,sempre con risultati lusinghieri.

Poi Dong ha cercato la strada  per un master e per una specializzazione all’estero ed è riuscita ad entrare alla prestigiosa Boston University dove ha concluso il suo anno accademico da alcune settimane.

Grazie alle sue capacità eccezionali e al suo duro lavoro (Dong non si arrende mai e mira in alto!) ha di nuovo ottenuto ottime valutazioni e il Consiglio di Facoltà le ha riservato il grande onore di fare discorso conclusivo alla cerimonia finale del diploma. Negli Stati Uniti è un momento molto importante.

Dong ci scrive:

Parlando di pensieri, è buono che ho sempre avuto un’abitudine di riflettere i pensieri e farli sedimentare ogni tanto, soprattutto per la mancanza di tempo in una vita che va avanti troppo velocemente.  Comunque c’è stato un concorso per fare il discorso alla Commencement finale, e io,ti dico con orgoglio che, nonostante avessi  impiegato poche ore a prepararlo, invece ha vinto l’onore di presentare il mio discorso davanti centinaia di studenti, genitori, parenti, fratelli, amici, professori, e anche il Solicitor General degli USA (e ho condiviso il podio con lui!). Ho saputo che eravamo in tre finalisti

Per prepararmi ho dovuto leggere e rileggere il discorso e modificarlo leggermente qua e là. La cosa più sconcertante e che anche fa più ridere è che il giorno del Commencement, che era prestissimo nella mattina (precisamente alle 9, ma noi ci vedevamo e ci preparavamo già alle 7 30) mi sono dimenticata il discorso che avevo stampato il giorno prima a casa! Ero già metà strada verso l’arena quando me ne sono accorta e allora ho dovuto recitare tutto il discorso a memoria!!!! Alla fine è andata bene, anche se parlando ho fatto dei cambiamenti, ma pochi. Meno male che, quando lo scrivevo, ho fatto in modo che fosse facile da ricordarmi (con ripetizioni, e parole che fanno rima, ecc.) e me lo sono letta anche in doccia! Poi ti allego il video su Google Drive del discorso (l’ha fatto una mia compagna di classe cinese, e me ne sono immensamente grata), il discorso come scritto, e qualche foto.

Dong sta per iniziare

… qui parla senza leggere perché ha dimenticato a casa il testo!

Poi ho anche fatto un primo colloquio, per il posto  di assistente (law clerk) di  un giudice della Federal District Court of Massachusetts qui a Boston. Si chiama Judge William Young e prende uno studente LLM dalla Boston University ogni anno (per un anno intero, senza stipendi ma con un mondo da imparare!). Mi hanno già detto che sono su una lista (abbastanza corta) data al Giudice Young. Spero che gli altri colloqui o incontri nel futuro andranno bene!

Cosa succede in agosto dipende poi dai risultati dei colloqui. In ogni caso saprò presto se dovrò prenotare il biglietto per tornare in Cina, o cercare di affittare un altro appartamento per un altro anno…

Le mail di Dong sono sempre così,  rare ma piene di notizie che ci parlano di una ragazza con una marcia in più, che considera normale mettersi sempre in gioco per raggiungere obiettivi alti, ma con un distacco ed una filosofia molto… cinesi nonostante la sua formazione cosmopolita.

Le facciamo i nostri più affettuosi auguri!

I Volontari di Intercultura Reggio Emilia

Per chi volesse leggerlo, questo è il discorso di Dong: è breve ma molto intenso

Boston University Commencement  May  19th, 2013

Good morning, Dean O’Rourke, Solicitor General Verrilli, distinguished faculty and staff, dear friends and families, JD colleagues, and my dear fellow LLMs,

Nine months ago, we embarked on a whole new journey that brought us to this wonderful city, and also to the discovery of its wonderful people.

Nine months ago, we embarked on a journey that opened doors to new ways of thinking, to diverse cultures, and to different legal approaches.

Nine months ago, we embarked on a journey that led to the sharing of this experience with both international and American LLMs, creating a global bond that we will always be proud of.

It is also a bond that we can always rely on, starting from a couch to crash on in more than 30 countries all over the world!

This year, we have been lucky to gather at one of the most rewarding institutions for legal studies, in one of the strongest and most united cities in the United States.

This year, we have been blessed to study alongside the most brilliant legal practitioners, and the most respected legal scholars.

This year, we have been fortunate to tremble under the Socratic method; to learn to think dualism like never before; to interact with each other to the advancement of mutual understanding and mutual respect.

These past nine months have been truly unforgettable. Yes, there had been difficulties; there had been misunderstandings and uncertainties; there had been natural disasters and there had been terrorist attacks. Fresh and vivid in our minds is the tragic event that took place a little over a month ago at the Boston Marathon. It is not a pleasant subject, but I bring it up now to demonstrate that in these times of hardship, fear, and doubt, we’ve always had the support of our wonderful families, we could always turn to the staff of the LLM offices, and we also had each other. It brought out the best in Bostonians and united hearts of the world. Most importantly, it reminded us to reflect on the values of life, of humanity, of tolerance and understanding; it reminded us of what we can do, and what we have learned from this year, to shoulder the social responsibilities and make the world a better place.

The LLM year had been a fierce sprint in the lifelong race. When it all ends, we will move on with our lives and our careers, but we will miss cheering for the Red Sox and applauding for the Celtics; we will miss studying with JDs and dancing with DJs; we will miss reading law reviews and drinking at bar reviews; and… some of us may even miss complaining about the incessant New England rain!

Today is not an end. This is our commencement, the commencing of another journey. Where will this new journey take us nine months from now? Well, we will be tax attorneys in Switzerland, and judges in Thailand; we will be corporate counsels in China, and arbitrators in Argentina; we will be banking lawyers in Colombia, and mediators in Saudi Arabia! We will be in France, in Japan, in Germany, in Brazil, in Italy, in Dominican Republic, in the Netherlands, in Russia, in Singapore, here in the USA, and in every other corner of the world. We will be sharing the ideals of law and justice, we will be working to promote cross-cultural understanding, and we will be shouldering the social responsibilities given to us. But wherever we will be, you will be hearing about changes brought to this world by the people who have been shaped and defined by this year, here in Boston, at the Boston University School of Law, and from this truly exceptional LLM class of 2013.

Congratulations, and thank you.

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked (required):

*

Video

Apertura al pubblico

– lunedì 10:00-13:00 e 14:30-18:00
– martedì 14:30-18:00
– mercoledì 14:30-18:00
– giovedì 14:30-18:00
– venerdì 10:00-13:00

Dove siamo

Contatti

via Palazzolo 2,
42124 Reggio Emilia

scrivi@portalegiovani.eu
0522/585217 - 0522/585033

Privacy

Back to Top